La Costituzione vaporizzata

In principio fu Cossiga. Dopo la caduta del muro di Berlino, nell’autunno del 1989, cominciò a picconare il sistema, affermando che la Costituzione andasse aggiornata e che quella materiale era ormai diversa dalla Costituzione formale. Quando si dimise chiamò Achille Occhetto, segretario del Partito Democratico di Sinistra, nato da poco dalle ceneri del Partito Comunista Italiano, considerandolo il capo dell’opposizione (al governo c’era Giulio Andreotti che guidava il suo settimo e ultimo governo) a mo’ di Westminster, considerandosi una specie di monarca repubblicano, come il suo omologo capo di stato francese.

Read more on http://wp.me/p41zCI-2tx

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

Esami in vista

È bastato che Ilvo Diamanti su Repubblica scrivesse di un 15% in meno dell’indice di fiducia degli italiani sulla sua persona, per far sì che Matteo Renzi invadesse nuovamente Twitter per fornirci cinque spunti di riflessione sugli eventi della settimana che sta per concludersi.
Si tratta dell’altra faccia della medaglia in una strategia di comunicazione di un Primo Ministro attentissimo affinché la narrazione epica delle sue gesta, del suo governo e dei pochi valorosi collaboratori contro l’esercito dei gufi continui a occupare le cronache e le aperture di ogni quotidiano e ogni telegiornale.

Read more on http://wp.me/p41zCI-2nb

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

La politica da stadio

Fedele alla tradizione tutta italiana, che vuole la società civile come perennemente seduta sugli spalti di uno stadio e accendersi contro gli avversari e mai a sostegno dei propri beniamini, la politica nazionale – specialmente la sua declinazione sui social network – segue in questa tr…

Read more on http://wp.me/p41zCI-2mE

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

Ritornare e Ripartire

Avevo in mente un altro post, al mio rientro dalla prima tranche di vacanze in Valle d’Aosta e in Costa Azzurra. Poi dopo le prime 48 ore nuovamente in territorio italiano ho cambiato idea. Sarà forse anche colpa di questa giornata uggiosa di luglio, così strana da sembrare ottobrina se non fosse per il caldo umido che comunque si sente nella Capitale.

Read more on http://wp.me/p41zCI-2l8

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

Gufi senza risposta

Sono almeno quattro mesi, se non di più, che a fronte di una richiesta di spiegazioni, sul “perché” i senatori della futura assemblea di Palazzo Madama non debbano essere eletti dal popolo, il segretario del Partito Democratico e Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, be…

Read more on http://wp.me/p41zCI-2k8

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

Una vera seconda repubblica

Sono stato da sempre un sostenitore del primato del sistema parlamentare su quello presidenziale. Ho sempre ritenuto Westminster migliore di quello White House. Tuttavia affinché un sistema istituzionale funzioni, delicatissimi equilibri costituzionali devono riuscire a mantenersi.
Dopo venti anni di bipolarismo forzato possiamo giungere serenamente alla conclusione che l’innovazione maggioritaria introdotta a suo tempo dal referendum Segni e la conseguente legge elettorale di impronta maggioritaria ha fallito.

Read more on http://wp.me/p41zCI-2hx

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

Elogio della sterilità

Premesso che l’idea di una riduzione del carico fiscale sui redditi più bassi sia iniziativa sacrosanta – specialmente se accompagnata al mantenimento dei livelli di servizi pubblici richiesti dalle stesse fasce di reddito (altrimenti si vanificherebbe tutto) – e comprendendo …

Read more on http://www.trentamilapiedisopralostivale.com

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM