Viaggio in Argentina /6 – Mi Buenos Aires querido

Potrebbe forse apparire largamente esagerata la definizione di “Parigi del Sud America” che è stata appiccicata alla capitale argentina, ma per me invece è azzeccata!
Al netto delle terribile periferia, dove la miseria si tocca veramente con mano – nelle villas miserias che fanno apparire le banlieue parigine, così come le periferie più degradate delle nostre città occidentali, dei salotti – l’aria che si respira nella Capital Federal – come spesso capita di sentirla chiamare dagli argentini – è di grande cultura e di enorme respiro, proprio come quella che si vive a Parigi.

Read more on http://wp.me/p41zCI-2oj

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

Annunci

Il paese inflessibile

Chissà che avrà pensato l’arbitro Peruzzo di Schio quando ha visto Alessandro Fiorenzi correre non sotto la curva, non sotto la propria panchina ma in tribuna d’onore all’Olimpico per abbracciare la nonna che per la prima volta era andata a vedere il nipotino in casa!
Chissà se …

Read more on http://wp.me/p41zCI-2pY

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

E Dio vide che era cosa buona

Aveva appena terminato di plasmare con fango e acqua, come le moderne plastiline dei piccolini, due piedi dalle grandi potenzialità, quando Dio decise di innestarli alle estremità delle gambe di un uomo dal volto scavato e sofferente, dagli occhi piccoli e dal naso importante. “Se almeno non ha avuto una faccia da Adone” – pensò – “almeno che abbia due piedi all’altezza del mondo che vivrà”. Soffiò l’alito divino su di essi e l’uomo prese vita. Lo chiamò Andrea Pirlo e vide che ciò era cosa buona. E fu mattina, dopo una notte da ubriachi.

Read more on http://wp.me/p41zCI-2gz

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM