È lui che è nero

Ieri sera, non appena ritornato a Roma, sono andato a fare un po’ di spesa in un grande supermercato vicino casa. Alla cassa due ragazze straniere, probabilmente russe o ucraine, sono davanti a me: stanno parlando al telefono, come capita a ciascuno di noi.
Una di loro, al momento di pagare, salda la spesa con i buoni pasto, come d’altronde avrei fatto anche io qualche minuto dopo. La solerte cassiera, una signora di mezza età sempre molto cortese, la rimprovera di brutto per via della firma.

Read more on http://wp.me/p41zCI-2wZ

Vincenzo A. Pistorio – VINCENZOPISTORIO.COM

Annunci