La mamma dei cretini

Non c’è niente da fare! Per quanto noi esseri umani ci sforzeremo, con i nostri progressi e le nostre tecnologie, non riusciremo mai a comprendere il mistero del Creatore per cui Egli ha deciso di essere così misericordioso con i cretini e di averne lasciati così tanti nel mondo!

E come se non bastassero i fanatici idioti che hanno fatto esplodere gli ordigni in una giornata di festa a Boston, durante l’annuale maratona, ecco che puntualmente in rete (e non solo) arrivano i commenti dei più cretini sul fatto che piangiamo i nostri morti, cristiani e occidentali, restando indifferenti ai morti nelle aree più martoriate del pianeta.

Ma la cosa che più mi urta non è questa. Non è ascoltare dei cretini fare i commenti sul bambino di otto anni rimasto ucciso dai terroristi e paragonarlo con i suoi coetanei in Iraq o Afghanistan. Nessuno sano di mente farebbe dei confronti e coloro che li fanno hanno lo stesso cervello minuscolo di coloro che parlano di effetti collaterali quando i droni sbagliano bersaglio.

La cosa che più mi indigna e mi fa incazzare è che queste persone, magari con il portafoglio pieno di euro e di dollari, vanno poi a trascorrere le loro vacanze proprio in quel territorio, gli Stati Uniti d’America, che ignorantemente continuano a chiamare l’Impero, inseguendo quel mito anacronistico e storicamente fallimentare che è stata la società dell’eguaglianza per legge, eguaglianza per modo di dire come poi si scoprì una volta abbattuto il muro di Berlino.

Queste persone che poi, approfittando del dollaro debole e in barba alle loro teorie sull’eventuale uscita dall’eurozona, poi trascorrono le loro vacanze visitando magari proprio la più europea delle città degli Stati Uniti, Boston, che a chiunque abbia avuto la fortuna di visitarla trasmette una straordinaria aria di cultura, istruzione, convivenza e cordialità, piena zeppa di giovani universitari e di genti di ogni colore.

Purtroppo la mamma dei cretini è sempre incinta.

p.s. la foto che vedete, scattata in un pomeriggio di fine estate a Boston, potrebbe essere stata fatta in qualunque parco italiano. Una ragazza, asiatica se non ricordo male, in bikini che prende il sole. Una famiglia a passeggio tra i viali di un parco.

Annunci