#PD – #M5S: streaming boxers

Finalmente dopo anni, decenni e secoli nel quale la politica, la partitocrazia, gli indegni esponenti delle nostre classi dirigenti, hanno complottato sulle spalle di poveri, ignari ed ingenui cittadini, i veri depositari della sovranità secondo la prima parte di un poco noto primo articolo della Costituzione, un importantissimo incontro fra il primo e il secondo partito del nostro bistrattato Paese andrà in onda gratis (si fa per dire!) per tutti coloro che vorranno.

Finalmente terminerà l’embargo che questa classe politica ha compiuto nei confronti di noi poveri e tartassati cittadini, che avremmo voluto occuparci di più della cosa pubblica se soltanto questo orrore dei rappresentanti dei partiti avessero parlato un linguaggio a noi comprensibile, colorito e farcito di gergo comune, senza le convergenze parallele di Aldo Moro e la questione morale di Enrico Berlinguer.

Finalmente fra qualche ora chiunque si troverà ad un tiro di schioppo da un calcolatore (mi francesizzo!) potrà ammirare la potenza della trasparenza in politica, di cosa significhi realmente che i cittadini possano controllare ogni singolo verbo pronunciato dai loro rappresentanti.

Finalmente la casa degli italiani, come l’ha definita la Presidente della Camera parlando di Montecitorio (il luogo dove gli italiani possano tutti sentirsi rappresentati), sarà una casa di vetro (segnalo a tal proposito l’arguto corsivo di Massimo Gramellini oggi sulla Stampa).

È veramente una bella sensazione quella di poter ammirare in diretta i duellanti darsele di santa ragione, con i cittadini a cinque stelle che manderanno a quel paese l’immondo ex ministro dell’industria Pierluigi Bersani, magari dimenticandosi che quando hanno rinegoziato quel mutuo per la loro impignorabile casa, spostandolo da un istituto di credito ad uno più conveniente, lo abbiano fatto in forza di una parte delle lenzuolate di liberalizzazioni del segretario del PD.

Sarà bellissimo poter finalmente ascoltare con le proprie orecchie i cittadini che le canteranno ai rappresentanti del Partito Democratico, rei di aver fatto un’opposizione all’acqua di rose al giaguaro, punendoli quindi a governare di nuovo con lo stesso felino.

Sarà meraviglioso poter guardare Vito Crimi e Roberta Lombardi asfaltare – con la forza dei fatti che non sfuggono mai ai cittadini -Pierluigi Bersani, pessimo ministro – a loro dire – delle Attività Produttive dei governi Prodi, esecutivi che non hanno combattuto l’evasione fiscale, scordando che nell’ultimo governo del Professore, Bersani e Padoa-Schioppa furono i due artefici della limitazione delle transazioni in contante, prontamente ripristinate dal genio assoluto del fisco che ha il nome di Giulio Tremonti.

Sarà meraviglioso fra un’ora guardare tutto ciò, così come è stato stupendo poter ammirare il dibattito interno alla riunione dei parlamentari del Movimento Cinque Stelle che dopo ampio dibattito hanno votato all’unanimità il voto contrario alla fiducia al costituendo Governo Bersani.

Per chi se lo fosse perso invito a cercare in rete la clip con il video integrale della bellissima riunione congiunta dei gruppi parlamentari pentastellati di Camera e Senato, per comprendere pienamente cosa significhi il passaggio da una gestione cupa e partitocratica dei partiti tradizionali, simili alle assemblee del Politburo del Partito Comunista dell’Unione Sovietica, alla meravigliosa apertura e trasparenza del Movimento Cinque Stelle che coerentemente a quanto indicato nel Sacro Blog e nel Manuale del Buon Parlamentare, tutto viene discusso alla luce del sole affinché noi tutti cittadini, elettori e non del Movimento, entusiasti e scettici del nuovo modo di fare Politica, possiamo giudicare da soli.

Perché uno vale uno e anche noi – ascoltando il dibattito interno di una forza politica nuova, costituita da cittadini che pensano con la loro testa e non rispondono a nessuno se non al popolo sovrano della rete – possiamo finalmente sentirci partecipi della cosa pubblica.

 

p.s. Immagino che chi di voi sta leggendo queste parole si stia chiedendo per quale motivo non abbia linkato il video dell’incontro di di ieri a Montecitorio. Ma perché una bella caccia al tesoro è sempre molto stimolante ed aiuta la fantasia. Coraggio, cercate, gente, cercate. Non vorrete mica pensare che la riunione più importante di inizio legislatura, quella che potrebbe aprire uno squarcio nelle possibilità di un governo del cambiamento, non sia avvenuta con le persiane aperte? Quelli sono meccanismi da partiti vecchi e moribondi, dove un gruppo di politici di professione, che si sono arricchiti sulle spalle di ogni poveri italiani vittime del potere demo-pluto-giudo-massonico, decidono a porte chiuse senza un’assunzione pubblica di responsabilità, annientando il dissenso interno, come accadeva nella Mosca di Breznev.

Questo è il Movimento, l’arcobaleno dopo lo tsunami.

Annunci